iPhone 14, the strada in salita: per Kuo il problema sar the inflation

Apple avrebbe comunicato ai fornitori the obiettivo di produzione di iPhone per il 2022: 220 milioni, come nel 2021. A riferirlo è Bloomberg ma c’è anche lo zampino del giornalista Mark Gurman, considerato una fonti plus attendibili del mondo Apple a livello internazionale. Gli investitori, che avevano scommesso su un +20 milioni di iPhone prodotti quest’anno, non avrebbero accolto benissimo la notizia di una produzione 2022 uguale a quella del 2021.

STESSA QUANTITA’ DI IPHONE DEL 2021?

L’incremento a 240 milioni di iPhone prodotti nel 2022 era pressed dato per scontato in virtù delle novità attests che sono svariate e sicuramente maggiori, anche a primo impatto, di quel introdotte dagli iPhone 13. anni, non hanno ancora apprezzato) a favore di una “pillola” nella quale veranno integrati Face ID e front photocamera.

iPhone 14 Pro viola, finally i primi render!  And a video immagina iOS 16


Apple
26 Mag

Sappiamo at home settore smartphone non attraversa a beautiful momento ed anche Apple potrebbe patirne le conseguenze, seppur in maniera minore rispetto ai competitor. Gli analisti prevedono una contrazione del 2% dell’intero settore a cause di un’inflation mai così alta nell’ultimo decennio, inflazione dovuta alla guerra in Ucraina ed alla persistente crisi dei chip: in un contesto simile, se Apple dovesse riuscire a piazzare gli stessi iPhone del 2021 -a fronte di un mercato in contrazione-, porterebbe a casa una mezza vittoria.

THE IPHONE IN DIFFICULT SAREBBE IT 14 MAX

Apple communicates sarebbe riuscita a “salvare” iPhone 14 Pro and 14 Pro Max (che sono poi i due che le garantiescono i margini di guadagno maggiori). Due giorni fa il Nikkei Asia ha segnalato che almeno uno dei quattro iPhone attesi a September potrebbe arrivere in ritardo: secondo l’analista Jeff Pu di Haitong International Securities non si tratterebbe di una variant Pro bensì dell’inedito iPhone 14 Max (quello che priterà il posto deludente iPhone 13 mini).

Pu ha spiegato che il ritardo – di tre settimane – sarebbe causato dai problemi di Pegatron relativi all’ultimo lockdown di Shanghai: l’avvio della produzione in massa di iPhone 14 Max sarebbe stato programmato per fine agosto, cioè pocket settimane prima della presentazione di Apple (che solitamente si tiene a metà settembre). L’iter produttivo di iPhone 14, 14 Pro e 14 Pro Max, invece, dovrebbe avviarsi regolarmente nei primi giorni di agosto.

KUO: IL PROBLEMA NON L’OFFERTA MA LA DOMANDA

È ancora da capire, ha aggiunto Pu, se le difficoltà di produzione relative ad iPhone 14 Max si tradurranno in un “via” alle spedizioni con ritardo rispetto ai fratelli o semplicemente in una scarsa disponibilità al momento dell’avvio delle vendite. Sul tema si è pronunciato un collega di Pu (l’attendibile Ming Chi Kuo) che su Twitter ha condiviso the ultimate (reassuring) informazioni raccolte.

Kuo conferma le difficoltà di iPhone 14 Max ma, allo stesso tempo, evidenzia che Apple potrebbe chiedere ai suoi partner di recover il ritardo sula tabella di marcia faceendo gli “straordinari”, used per poter tornare in linea con la produzione. Il problema, dal suo punto di vista, sarebbe pressed inesistente: anziché la catena produttiva, i problemi potrebbero arrivere dai consumers testi in quanto Il fulcro della questione non dovrebbe riguardare l’offerta ma proprio la domanda.

L’analista, in sostanza, conferma la questione sollevata da Bloomberg ma pay attention to which one considers it vero problem: i consumatori, che stanno scontando (e verosimilmente sconteranno) gli effetti dell’inflazione. Il budget che una parte non trascurabile dei clienti avrebbe destinato all’acquisto di uno degli iPhone di nuova generazione potrebbe finite per essere eroso dall’inflazione e quindi portare a various sceltic.

Il problema non saranno quindi le novità introdotte dagli iPhone 14 (e nemmeno quanti se ne riusciranno a produrre) ma, sostanzialmente, le economic availability.

Ultima imagines da 123RF.

Leave a Comment