Le celebrities hanno un book stylist?

Ci sono vari punti di contatto tra il mondo della moda e quello dei libri. L’universo glamor è una comune ambientazione letteraria, e viceversa la moda non esita a lasciarsi ispirare dai libri. La sfilata Dior Uomo autunno inverno 2022, per esempio, si è svolta su una passerella su cui era stampata la prima stesura di Sulla Strada, says Jack Kerouac. Etro ha infilato nelle tasche dei modelli i volumi di Adelphi, e proprio su un libro dell’iconica casa editore era stampato l’invito alla sfilata. Lo scorso anno allo show di Loewe è stato regalato un stratto del libro di Danielle Steel The Affair. Insomma, editoria e moda vanno spesso a braccetto, e in tempi recenti sembrano essere particolarmente affiatati.

Stiam dunque assistendo ad un nuovo sodalizioche vedrebbe addirittura profilarsi all’orizzonte la nascita di una nuova figura professionaleil cui obbiettivo sarebbe proprio quello di abbinare i giusti libri alla persona o brand, in modo da contribuire alla costruzione della sua immagine pubblica: il book stylist.

In practice, if tratterebbe di colui o colei che indica ai personaggi famosi con quali libri farsi vedere in giro (che poi vengano letti o no, non si sa), in modo da darsi il tono intellettuale preferito. Come on stylist suggests abiti, trucco, acconciatura, il book stylist consiglia i libri, che diventano importanti oggetti di scena tanto quanto la borsa firmata. Questo ruolo secondo il New York Times esiste già, ma l’identità di chi lo svolge rimane anonima per permettere alle star di conservare un velo di genuinità.

Gigi Hadid con Lo Straniero by Albert Camus

Sarah Jessica Parker with Le regole non valgono di Ariel Levy

Sarah Jessica Parker asshole The regole non valgono di Ariel Levy

A detta del NYT ci sono buone probabilità che la book stylist del momento sia Karah Preissco-founder of the social book club Belletrist sits at Emma Roberts. Perched lei? Perché Preiss, oltre ad essere legata all’attrice, collaborator dallo scorso anno con Valentino went to the countryside Tea Narratives, nella quale vengono utilizzate citazioni di scrittori e poeti (a proposito di legame moda-libri). He NY Times riporta di aver interpellato direttamente Preiss, la quale non avrebbe négato, born confermato di essere la book stylist delle star, solleticando ulteriormente la fantasia di chi crede nell’esistenza di questa figura professionale tra il mitologico e il top secret.

Celebrità book influencer: chi sono e cosa legono

Kendall Jenner legge Stanotte sono un’altra di Chelsea Hodson

Kendall Jenner legge Stanotte sono un’altra di Chelsea Hodson

Qualcuno potrebbe obiettare che se una celebrità usa un libro comme un accessorio qualsiasi, lo svuota completamente di significato, svilendo la letteratura stessa. Ma Preiss non è d’accordo: “Penso che qualunque scrittore preferirebbe vedere il suo libro tra le mani di Kendall Jenner o Gigi Hadid. Chi crede che un’influencer con un libro in mano danneggi l’editoria è stupido”, affirmed the supposed book stylist. “Se li legono davvero o fanno finta? Chi se ne frega”.

In effetti, da quando qualche anno fa Kendall Jenner è stata fotografata a bordo di uno yacht immersa nella lettura di Stanotte sono un’altra, the author Chelsea Hodson ha guadagnato una visibility che mai avrebbe immaginato di avere, especially considering che il volume è una raccolta di saggi per nulla leggeri, andati a ruba nel giro di pochi giorni. Lo ha affermato lei stessa in più occasioni, anche a mezzo social.

“Penso che ogni scrittore voglia un’audience, e sicuramente desideavo che il mio libro raggiungesse persone che non avevano mai sentito parlare di me”, ha raccontato a WMagazine. “Sono davvero grata a Kendall Jenner e anche ai tabloid che con le loro pubblicazioni mi hanno aiutato a farlo. Ora mi è davvero chiaro come la sua influenza possa cambiare la vita delle persone”. Il magazine ha contattato various autrici i cui libri sono stati tra le mani della modella, e tutte hanno confermato un’impennata di visibility e di vendite.

Kaia Gerber con Adventure of the ragazza cattiva di Mario Vargas Llosa

Kaia Gerber asshole Adventure of the ragazza cattiva by Mario Vargas Llosa

Dua Lipa con il romanzo Mille splendidi soli di Khaled Hosseini.

Dua Lipa con il romanzo thousand splendid solos by Khaled Hosseini.

“Gli stilisti hanno semper cercato ispirazione in all the other forms of art”, riflette Preiss. “Ciò che trovo interessante è che l’editoria oggi è davvero felice di mettersi a disposizione della moda. È like la ragazza secchiona, timida, che improvvisamente riceve le attenzioni dell’intera scuola”. Celebrity come book influencer e consulenti come book stylist: il binomio tra glamor e letteratura è dunque servito.

Ma chi sono le star che più tengono a mostrare il loro lato intellettuale? the sorel hadid sono spesso munite di libro: Gigi è stata immortalata with a copy of Lo Straniero di Camus during the sfilate milanesi, a great classico della letteratura; mentre Bella di recente ha sfoggiato Brag Better di Meredith Fineman, book with motivational advice. Usare il libro come schermo di protezione dai paparazzi (instillando il dubbio che ci sia lo zampino di uno stylist, tanto la copertina viene messa in evidenza) è un gesto che compie spesso Kaia Gerbermodella che ha fondato un book club social: il primo libro discusso è stato Normal Peoplevero e proprio caso editoriale che ha lanciato Sally Rooney direttamente nell’Olimpo degli scrittori contemporanei.

A proposito di book club sui social, oltre al sopra citato circolo letterario a cui belongs Emma Roberts c’è quello fortunatissimo e seguitissimo (2.3 milioni di followers) di Reese Witherspoon. Infine, un’altra celebrità che ha semper un libro in mano è Sarah Jessica Parker: la passione per la letteratura la accomuna al suo iconico personaggio, Carrie Bradshaw. L’attrice consiglia su Instagram i libri che legge e ne offers a breve recensione, in a sorta di book club privato che la mette in cima alla lista delle book influence più appassionate.

Il book club al femminile di Reese Witherspoon: ”un angolino accogliente su internet”

by Giulia Mattioli

Leave a Comment