The migliori pizzerie di Milano (e non solo) da provare in autunno

The migliori pizzerie di Milano rinnovano a great classico, inventato a Napoli nel Settecento. E lo proiettano nelle esigenze della vita e dello stile contemporanei

E’ an unstoppable impulsive stagionale. Quando incomincia l’autunno cresce la voglia di comfort food. E la pizza, almeno in Italia, è uno dei comfort food per eccellenza.

Sarà che i carboidrati, conditi con mozzarella e pomodoro, sono in grado di ripristinare il giusto livello di endorfine e prepararci alle giornate uggiose. Oppure perché, come molti dei piatti mediterranei, anche la pizza (nata a Napoli nel Settecento) è Sinonimo di convivialità – come racconta il libro Pizza. A Napoletana Story by Antonio and Donatella Mattozzi, edito da Slow Food Editore.

Di fatto, negli ultimi anni la sua ricetta è stata protagonista di un crescente interesse e di un cambiamento structural che l’ha profoundamente rivoluzionata. Hello stesso modo, l’antico quanto umile mestiere del pizzaiolo ha lasciato il posto ai moderni “guru” del forno che rappresentano a complesso incontro di artigianalità, creatività e imprenditoria – in questo senso sono esmplari i casi di Gino Sorbillo che dopo Napoli ha aperto anche a New York, Tokyo e Miami, e del giovanissimo Ciro Oliva, artefice del successo internazionale di Concettina ai Tre Santi nel quartiere Sanità.

Nonostante molti napoletani ironizzino (spesso a ragione e con orgoglio campanilistico) sulle pizzerie delle altre città, va detto che a Milano So the offer is così variegata and sperimentale da permettere di assaporare a quantità di impasti, tradition, versioni e material premium davvero impressive. Tra pizze croccanti, gourmet, al tegamino, vegane e romane, qui vi proponiamo le 10 migliori pizzerie di Milano, con un’avvertenza: molte di esse hanno sedi anche in altre città, quindi non è necessario vivere nel capoluogo lombardo per provarle. Sta a voi decidere, dopo averle provate, quale sia la pizza più buona di Milano…

  1. Biga Milano

“Con la prefermentazione biga che utilizziamo, la pizza risulta più leggera, lievitata, scioglievole e digeribile” spiega Gennaro Esposito, 33 anni, che insieme a Alessandro Gherardi, Manuela e Fabiana Pastore, Paolo Scognamiglio e il pizzaiolo Simone Nicolosi ha aperto Biga in via Volta a Milano dopo una lunga esperienza a Napoli. Nicolosi è un vulcano di idee e ama sperimentare coi gusti, le texture e gli ingredienti stagionali, maintenendo nel menu alcune proposte per vegetariani (compresa la veggie del mese). “La nostra pizza ha una ricetta più sofisticata di quella tradizionale, anche se l’aspetto è quello della classica napoletana. Facciamo una vera e propria cucina da ristorante, con tanto di chef, per questo pensiamo alle creme da utilizzare as condimenti sulla pasta, ai balanceciamenti nelle material prime semper di prima qualità”, continued. La pizza di Biga è molto bella, alveolata e condita, perfetta per Instagram come il locale – nel cui interno campeggia la grande scritta al neon Milano Fashion Pizza, di gusto vagamente retro americano. “Il format è nato qui ma è espandibile ad altre città, non troppo però, perché voglio mantenere alto il livello dell’offerta”. Intanto Biga ha ricevuto il riconoscimento di Eccellenza da 50 Top Pizza 2022 e 2 spicchi Gambero Rosso. Nel menu, da provare la classica Marinare (pizza al padellino con 4 diversi tipi di pomodoro e impasto biga al 75% con 80% di idratazione, farina di segale e semi misti) e pizza con base con crema di zucca, fiordilatte misto a provola affumicata, datterino confit giallo e rosso, ricotta di bufala flavored with lime e pepe, semi di papavero, lardo di maialino nero casertano, servita al tavolo con un touch profumato a sorpresa!

.

Leave a Comment